Chi sono

Le mie prime letture, come credo anche per molti, furono i topolini. Quando avevo tra gli 8 e i 12 anni ogni settimana la nonna passava in edicola e prendeva la nuova edizione che “divoravo” letteralmente.
Seguirono poi i mitici “Piccoli Brividi” che conservo ancora gelosamente, ma con l’avanzare dell’adolescenza persi un po’ l’interesse per i libri o la lettura in generale che riaffiorò però prepotentemente attorno ai 20 anni per non abbandonarmi più, almeno fino ad ora.

Classe 1985, appassionato di calcio e – appunto – lettura. Quando non lavoro, oltre ad occuparmi della mia compagna, di nostra figlia e dei nostri due cani, faccio l’allenatore di calcio a livello amatoriale e, naturalmente, leggo.

I miei gusti di lettura preferiti saranno facilmente intuibili dopo qualche articolo, ma fondamentalmente non disdegno niente, a parte forse il fantasy puro che proprio non riesce ad entusiasmarmi.