Frederick Forsyth – Il giorno dello sciacallo

Che genere di implicazioni nasconde, nell’estate del 1963, l’improvvisa recrudescenza della criminalità, con assalti alle banche e alle gioiellerie di tutta la Francia? Per quale motivo il colonnello Marc Rodin dell’Oas e un gruppo di suoi uomini, sempre tenuti sotto stretto controllo dai servizi segreti francesi, si sono rinchiusi in un albergo di Roma e sembrano intenzionati a non uscirne per nessuna ragione? Che rapporto c’è fra il loro esilio forzato e la scomparsa dei passaporti di due ignari turisti a Londra? Perché a Parigi, ogni sera, uomini molto importanti si riuniscono in gran segreto intorno alla persona del ministro degli interni? Perché si arriva a coinvolgere il servizio di sicurezza britannico, il Foreign Office e il Primo ministro? Quale grave pericolo incombe sulla Francia? La risposta a tutte queste domande emerge via via attraverso l’appassionante racconto della missione di un killer a pagamento conosciuto solo con il suo nome in codice, Sciacallo, incaricato di uccidere il presidente francese Charles de Gaulle, in una missione che potrebbe cambiare il corso della storia.

Continua a leggere

Frederick Forsyth – La lista nera

Tutto ha inizio con una lista di nomi: quelli di una serie di terroristi tanto pericolosi da dover essere eliminati uno a uno, a cominciare dal più pericoloso, “il Predicatore”. Solo un uomo può compiere quella che sembra una missione impossibile: l’ex marine Kit Carson. Kit, però, non sa che faccia abbia il suo nemico, dove si nasconda e quale sia il suo vero nome.

Continua a leggere

Frederick Forsyth – Il cobra

Washington, 2010. Il presidente degli Stati Uniti è più che mai deciso a riuscire dove tutti finora hanno fallito: sconfiggere i narcotrafficanti che riversano ogni anno tonnellate di cocaina nel mondo occidentale, causando povertà e morte. Ma per affrontare uomini così spietati occorre qualcuno come loro, forse peggiore di loro: il Cobra, Paul Devereaux, una delle menti più brillanti del controspionaggio mondiale. All’ex agente della CIA, sprezzante e privo di scrupoli, viene affidata l’operazione volta ad annientare l’impero economico creato dal capo del cartello colombiano, il potentissimo Don Diego Esteban. Devereaux ha carta bianca e piena fiducia da parte del presidente. Sceglie come suo stretto collaboratore una vecchia conoscenza, Calvin Dexter, l’unico dimostratosi in grado di batterlo sul suo terreno preferito: l’astuzia. I due orchestrano così la più micidiale offensiva mai tentata contro i narcos colombiani, scatenando una lotta senza precedenti.

Continua a leggere