James Ellroy – Le strade dell’innocenza

Il bene e il male, Lloyd Hopkins e Teddy Verplanck: è inevitabile che si scontrino nelle buie strade di Los Angeles, dove non c’è riparo per i deboli e gli innocenti, dove Hopkins accorre per portare salvezza e Verplanck da troppi anni sceglie le sue vittime. Tra i due uomini è sfida aperta. Una sfida che si rinnova, furibonda, ogni notte, fino a quando uno di loro non sarà annientato. Un poliziesco epico e spietato, violento e straziante.

Continua a leggere

Michael Connelly – L’ombra del coyote

La vita di Harry Bosch è un disastro. La sua casa sulle colline di Los Angeles è condannata alla demolizione. La sua donna l’ha lasciato. Ed è stato sospeso dalla polizia.
A Bosch non resta che dedicarsi a un’indagine personale che da tempo lo ossessiona. Non si tratta di un delitto qualsiasi: la giovane vittima era sua madre. Mentre la sua vita sembra andare a pezzi, Bosch capisce di dover fare i conti con passato. Ma c’è qualcuno disposto a tutto, anche di uccidere, pur di impedirgli di scoprire la verità.

Continua a leggere

Wilbur Smith – Quando vola il falco

Quando Zouga Ballantyne e sua sorella Robyn salpano alla volta dell’Africa, alla ricerca del padre misteriosamente scomparso, sono pieni di sogni e di speranze. Ma una volta giunti nella Colonia del Capo i loro destini inevitabilmente si separano. Robyn, animata da fervore missionario e decisa a combattere la sua battaglia contro la schiavitù, segue la Via degli Schiavi, Zouga, invece, temerario e senza scrupoli, si mette sulle tracce della scomparsa città di Monomotapa e delle sue leggendarie miniere d’oro. Così, l’avventura succede all’avventura, la scoperta s’alterna alla meraviglia, mentre ovunque aleggia, potente, quel senso di mistero di una terra sempre nuova e imprevedibile.

Continua a leggere

John Katzenbach – L’analista

“Buon compleanno, dottore. Benvenuto nel primo giorno della tua morte. Hai rovinato la mia vita e io sono fermamente intenzionato a rovinare la tua.” È un terribile biglietto d’auguri quello che il dottor Frederick Starks, psicoanalista newyorchese, riceve il giorno in cui compie cinquantatré anni. Qualcuno lo ha individuato come la preda in un gioco tanto crudele quanto sofisticato. Starks ha due settimane di tempo per scoprire l’identità del suo carnefice. Poi dovrà suicidarsi, o una persona a lui cara sarà uccisa. Così, mentre l’aguzzino si diverte a procurargli incontri con misteriosi seminatori di indizi, lo psicoanalista precipita in un incubo, in cui vede morire in due tragici quanto strani incidenti un suo paziente e l’investigatore che indaga sul caso, il suo conto in banca si prosciuga e la sua stessa reputazione viene trascinata nel fango. Un perverso gioco di potere in cui la posta in gioco è altissima.

Continua a leggere

Raymond Chandler – Il grande sonno

Sullo sfondo di una perversa Los Angeles degli anni trenta – con i suoi suoni, gli odori e le tipiche atmosfere -, ecco il romanzo in cui compare per la prima volta l’investigatore Philip Marlowe, antesignano della figura del detective privato: solitario, malinconico, acido e dalla battuta tagliente, ma sempre e comunque moralmente retto, nonostante le circostanze. Un romanzo cruciale, inventore dello stile hard-boiled, diretta ispirazione di due straordinari film.

Continua a leggere

Frederick Forsyth – Il giorno dello sciacallo

Che genere di implicazioni nasconde, nell’estate del 1963, l’improvvisa recrudescenza della criminalità, con assalti alle banche e alle gioiellerie di tutta la Francia? Per quale motivo il colonnello Marc Rodin dell’Oas e un gruppo di suoi uomini, sempre tenuti sotto stretto controllo dai servizi segreti francesi, si sono rinchiusi in un albergo di Roma e sembrano intenzionati a non uscirne per nessuna ragione? Che rapporto c’è fra il loro esilio forzato e la scomparsa dei passaporti di due ignari turisti a Londra? Perché a Parigi, ogni sera, uomini molto importanti si riuniscono in gran segreto intorno alla persona del ministro degli interni? Perché si arriva a coinvolgere il servizio di sicurezza britannico, il Foreign Office e il Primo ministro? Quale grave pericolo incombe sulla Francia? La risposta a tutte queste domande emerge via via attraverso l’appassionante racconto della missione di un killer a pagamento conosciuto solo con il suo nome in codice, Sciacallo, incaricato di uccidere il presidente francese Charles de Gaulle, in una missione che potrebbe cambiare il corso della storia.

Continua a leggere

John Grisham – Il rapporto Pelican

La notte del 1° ottobre Abe Rosemberg, prestigioso membro della Corte Suprema americana, viene assassinato. Due ore più tardi Glenn Jensen, il più giovane dei colleghi di Rosemberg, viene strangolato in un cinema a luci rosse, probabilmente dallo stesso assassino. Il paese è sotto shock, FBI e CIA brancolano nel buio. Chi poteva volere la morte dei due giudici? Darby Shaw, una brillante studentessa di legge, è convinta di aver trovato la risposta. Le sue ricerche l’hanno portata a scoprire un’oscura macchinazione che coinvolge le massime autorità. Ma chiunque venga a conoscenza della sua tesi, contenuta nel “Rapporto Pelican”, è destinato a morire. Darby è costretta a fuggire per tutti gli Stati Uniti, alla ricerca di qualcuno che la possa aiutare. E fortunatamente incontra un uomo disposto a giocarsi la carriera e la vita per aiutarla.

Continua a leggere

Michael Connelly – La bionda di cemento

Il Fabbricante di bambole: sceglieva le sue vittime nei quartieri malfamati di Los Angeles, le strangolava e le truccava come fossero bambole sorridenti. La polizia aveva cercato di catturarlo e, alla fine, Bosch se l’era trovato di fronte. L’uomo, disturbato nel sonno, aveva infilato una mano sotto il cuscino e Bosch gli aveva sparato, uccidendolo. Quattro anni dopo, Bosch si trova in un’aula di tribunale in un ruolo per lui insolito: quello dell’accusato nel processo per omicidio intentatogli dalla vedova. Ma quando viene informato del ritrovamento di un nuovo cadavere, quello di una bionda sepolta sotto una colata di cemento e truccata come le undici vittime del Fabbricante di bambole, non può non chiedersi se l’uomo che ha ucciso non fosse innocente.

Continua a leggere

James Ellroy – White Jazz

Los Angeles, 17 ottobre 1958. L’FBI apre un’inchiesta sui collegamenti tra l’ambiente del pugilato professionistico e la malavita. Un’inchiesta che potrebbe allargarsi, trascinando nel fango tanti personaggi in vista della buona società, gente difficile da intrappolare. Ci vuole un’esca irresistibile, come il tenente Dave Klein, il poliziotto più corrotto della città. L’uomo che ha fatto favori a uomini politici e pubblici funzionari, al re della droga e ai capi del racket, diventa così, di colpo, il bersaglio di tutti. Ma Klein non è disposto a farsi ammazzare senza regolare i conti. E lo farà con tutta la violenza, con tutto l’odio di cui è capace.

Continua a leggere

Wilbur Smith – Il destino del cacciatore

Vigilia della Grande Guerra: Leon Courteney, nipote dell’alto ufficiale britannico Penrod Ballantyne, è un giovane e valoroso sottotenente dei King’s African Rifles. Ma la sua vera passione è la caccia grossa, cui si dedica col fedele e coraggioso sergente Manyoro, guerriero masai, al quale lo lega un forte sentimento d’amicizia. Leon diventa così una guida esperta di personaggi importanti e facoltosi, tra i quali spicca un ospite d’eccezione: il presidente americano Theodore Roosevelt. Ma l’appartenenza di Leon all’esercito di Sua Maestà lo porterà a essere protagonista di un gioco molto rischioso, di portata internazionale. In un entusiasmante crescendo si riveleranno i diabolici intrighi con cui, dal cuore profondo dell’Africa, magnati, avventurieri e nobildonne sembrano decidere le sorti del Vecchio Continente. Sarà però l’incontro con una donna bellissima ed enigmatica a cambiare per sempre il destino di Leon, ormai conosciuto come il più grande cacciatore del continente.

Continua a leggere